MINION!

19 ottobre 2015

MINION CAKE (8)

La minion-mania ha colpito ancora.
Quindi io ho voluto preparare una torta adeguata, una sfida per me.
Una Standing Minion Cake, cioè una torta con un minion in piedi.

Qui mi sono dovuta studiare bene il progetto. Non si può improvvisare una torta del genere, DEVE stare in piedi, così…su due piedi!😀

Provo a spiegarvi come ho fatto.

Ho rotto le scatole ai miei colleghi per qualche giorno, ho costretto qualcuno a tirare fuori il trapano dalla cassetta degli attrezzi ed ho fatto un giro da Leroy Merlin.

Il materiale non edibile che ho usato:
Listello di legno di 3 cm di spessore e altezza 1 cm
bacchetta di legno di diametro 1.20cm
Tubo di plastica rigida di diametro 3.2 cm
Un vassoio di cartone pressato spesso 1 cm
3 Pioli di sostegno interni alla torta
Due stecchi lunghi da spiedino per fissare le torte l’una all’altra
3 vassoietti di cartoncino leggero per separare le torte del diametro 18cm (due bucati al centro per far passare lo stecchino)
Un seghetto
Una pinza
Un metro
Carta vetro
Colla (per esempio millechiodi perché l’avevo già in casa)
Una dummy di polistirolo di altezza 9 e diametro 18cm che dovrà essere preventivamente bucato in corrispondenza delle bacchette che saranno poi i piedi(io l’ho fatto con un ferro – un affilacoltelli per la precisione – scaldato sul fornello)
Nastrino di 2 cm di altezza da incollare al bordo del vassoio.
Un disegno di un minion per prendere le misure e riportarle in scala sulla torta per avere una figura proporzionata.
Pennelli, mattarelli, cutter.

MINION CAKE (1)

E poi:
Due torte farcite e ricoperte di ganache altezza 7 cm diametro 18 cm
Per fare la sommità del minion ho sagomato a cupola una delle due torte ritagliandola col coltello ed usando la parte ritagliata per comporre la cupola.
Ganache per ricoprire tutto e riempire gli eventuali interstizi che si formano fra le torte e fra torta e dummy.

MINION

Pasta di zucchero gialla, blu, nera, bianca
Colorante marrone per gli occhi e argento per gli occhiali

Per le torte io ho usato una torta alla panna farcita di ganache montata al cioccolato fondente (qui le ricette), in una torta aggiuntiva ho farcito abbinando alla ganache una marmellata di ciliegie e posso dire che io la preferivo alla semplice ganache. Ho leggermente bagnato con latte e Nesquik.
Ganache fatta come sempre con panna da montare scaldata in cui ho fatto sciogliere cioccolato fondente, in parti uguali.
Quando la montate fate attenzione a non esagerare, impazzisce anche la ganache.
Le torte sono semplicemente impilate una sull’altra, in quella sotto ci sono i pioli di sostegno e uno steccho le trafigge entrambe per dare stabilità.

Fare attenzione a quando decorate la torta che il polistirolo sotto è bucato e andrà infilato sulle gambe, quindi il volto del minion dovrà essere posizionato adeguatamente.
Ecco, io non ho fatto attenzione a questo dettaglio e il mio minion e messo di ¾ come Lory del Santo, ma alla fine l’effetto è carino, ha assunto una posizione naturale e simpatica…

Per ricoprire in modo più pulito con la pasta di zucchero gialla ho fatto prima il perimetro laterale con un pezzo rettangolare tagliato a misura e poi con un pezzo tondo a parte la cupola, la giuntura orizzontale è sapientemente coperta dalla cinghia degli occhiali e la giuntura verticale rimane sul retro della torta e viene parzialmente coperta dalla tuta blu, che è un pezzo unico di pasta di zucchero ( eventualmente ricavato da una sesta in carta, io l’ho ritagliata seguendo le misure del progetto) al quale viene poi aggiunta la tasca e le bretelle, tutte con l’effetto cucitura e per finire due bottoncini che io ho fatto con un mould in silicone.
Gli occhi sono applicati e sono composti da un cerchio bianco sul quale ho applicato la pupilla dipinta a mano.

MINION CAKE (1)

Per gli occhiali io ho fatto una striscia di pdz piegata a metà per dargli spessore , ma così si vede la giuntura delle due estremità, se volete fare un pezzo unico stendete la pasta spessa e con due coppapasta tondi di dimensioni diverse ricavate l’occhiale che poi dovrete dipingere con colore argento.
Per la bocca ho prima disegnato col cutter la forma (volendo essere precisi si può usare una sesta in carta, io ho fatto ad occhio obnubilata dalla stanchezza delle ore piccole che si erano fatte), poi ho scavato la pasta di zucchero all’interno e l’ho sostituita con il nero e i denti bianchi.
Le braccia sono salsicciotti di pasta di zucchero semplicemente incollati al corpo.

Passiamo alle parti non edibili:

La copertura del vassoio va fatta prima di infilare le gambe, io gli ho dato effetto legno con un apposito strumento che imprime l’effetto sulla pdz già stesa e poi ho dipinto con colorante marrone e pennello.

Minion_1

Per i piedi ho ricoperto di pasta i tubi di plastica, attaccandoci poi il pezzo tondeggiante nero per fare il piede.
Sopra le gambe ho messo un vassoio di cartoncino rivestito inferiormente di pasta di zucchero blu, in modo da dare continuità alla torta nel caso si fosse vista la parte inferiore.
Ho segato tre pezzi di listello, uno lungo come il diametro del vassoio (nel mio caso 30 cm) e due lunghi quanto basta per comporre una croce che desse stabilità al vassoio che vi si appoggiava sopra.
Il vassoio è stato misurato ed utilizzando la dummy di polistirolo sono state prese le misure per decidere dove posizionare le due gambe e quindi dove bucare col trapano, facendo in modo che il centro del vassoio fosse a metà fra i due buchi. Trapanare.
Posizionare il listello di legno sotto al vassoio e prendere il segno dei due buchi, Trapanare.
Mentre nel vassoio di cartone i buchi possono essere leggermente più piccoli dell’asticella che avete a disposizione nel legno devono essere precisi…altrimenti non entra, e se ve lo dico è perché lo so😀

Minion_3

Inserire le bacchette tagliate a misura dentro i buchi del listello e io ho completato con un po’ di colla.
Le bacchette vanno tagliate per una lunghezza corrispondente alla lunghezza della gamba, più lo spessore di vassoio e listello (2cm), più circa 7 cm, in modo che si conficchino profondamente nella dummy di polistirolo, sulla quale prenderete i segni e provvederete a fare i buchi col ferro riscaldato.
Dopo aver ricoperto il vassoio con la pasta di zucchero fate prima i buchi con degli stecchini nella pdz in corrispondenza di quelli del vassoio, per non sgualcirla.
Poi cospargete la colla sui listelli ed inserite il vassoio in modo che vada ad adagiarsi sui listelli incollandosi e che le bacchette trafiggano il vassoio nei buchi predisposti.

Posizionare le gambe e il vassoio di cartoncino col rivestimento nella parte inferiore
A questo punto il piedistallo è pronto per sorreggere la torta, dovete solo posizionare il nastrino intorno al bordo del vassoio.

MINION CAKE (9)

La torta va quindi adagiata sulla struttura base in modo che le bacchette che escono dalle gambe si inseriscano nei buchi nel polistirolo .
il gioco è fatto, dovrebbe stare in piedi!

Minion fatto a pezzi con gran gioia di tutti!

MINION CAKE (7)

Neanche a dirlo, bambini estasiati! Sono andate a ruba le braccia, peccato ne avesse solo due, e terminate le braccia qualcuno si è accontentato di addentare un occhio.

ilariainterplanetaria

Torta Rosa per LILT

28 settembre 2015

Sabato 26 Settembre 2015, Piazza de Ferrari – GENOVA
Dolce Ginevra ed io con il supporto di Antica Drogheria di Via Rossini per LILT

Grazie agli Amici che sono passati per darci supporto e contribuire alla causa!
Grazie a loro anche per le foto che ci hanno mandato e che ho pubblicato!

Vedi la Locandina con tutte le iniziative per la campagna Nastro Rosa
LILT

…e ricordatevi che la prevenzione è IMPORTANTE!

ilariainterplanetaria

Campagna NASTRO ROSA – LILT

25 settembre 2015

Sabato 26 Settembre 2015 in Piazza de Ferrari a GENOVA con Dolce Ginevra e con il supporto di Antica Drogheria di Via Rossini parteciperò all’evento organizzato da LILT con una torta di Beneficenza.
Partecipate a questa e a tutte le altre iniziative per la campagna Nastro Rosa e ricordatevi che la prevenzione è IMPORTANTE!

LILT

Leggi Comunicato Stampa Campagna Nastro Rosa 2015 LILT

Vedi la Locandina
LILT

ilariainterplanetaria

Draniki

8 luglio 2015

draniki

Partecipo con una ricetta salata ad un contest che mi porta ad usare il Parmigiano Reggiano.

Una ricetta con solo 4 ingredienti, di cui uno deve essere il Parmigiano Reggiano, scelto fra tre diverse stagionature seguendo i principi della Parmigiano Reggiano Academy

Le 30 migliori ricette che saranno raccolte nel ricettario 4COOKING e designerà la ricetta vincitrice della PR Chef 2015 che verrà inserita nel menù di Eataly in Italia.

Non sono così ambiziosa, non è la mia indole in generale, ma sono soddisfatta e vi propongo questa ricetta, che è di ispirazione biellorussa e ringrazio la mia amica Anastasiya che me la ha suggerita.

Draniki

Gli ingredienti della mia ricetta sono 4, come da regolamento:

Parmigiano Reggiano 24 mesi:
-4 cucchiai di grattuggiato
-4 cucchiai di piccole scaglie
2 Patate
100 gr Yogurt greco
1 Uovo

inoltre: Sale, pepe, olio qb

Sbollentare le patate e schiacciarle grossolanamente, aggiustare di sale, aggiungere un pizzico di pepe e amalgamare con un uovo, senza lavorare troppo, la ricetta originale prevede di grattuggiare le patate crude.
La mia modifica personale alla ricetta è aggiungere qualche piccola scaglia di parmigiano, che in cottura si scioglierà dando una nota sapida.
In una padella scaldare poco olio, non deve essere una frittura, ma più una rosolatura.
Disporre quindi cucchiaiate abbondante di impasto a formare le varie frittelle.

Per dare la forma di cuore alle mie draniki ho usato lo stampo in silicone Silikomart happy snack love

draniki silikomart

Cuocere da entrambi i lati.
Nel frattempo mescolare in una ciotola dello yogurt greco con del parmigiano grattuggiato, sale, olio, e pepe a piacere, in questa fase credo sia importante assaggiare per raggiungere un sapore per voi piacevole.

draniki

Servire calde con la salsina.

Suggerimento: Se non vi piace l’acidità dello yogurt potete fare una crema più dolce sostituendolo con della panna da cucina, scaldandola e poi mescolandola con il parmigiano grattuggiato.

Nota: Ho utilizzato un parmigiano 24 mesi, che ha la giusta sapidità per contrastare la dolcezza della patata e sciogliendosi mantiene la giusta consistenza, senza rapprendersi come farebbe uno più giovane.

ilariainterplanetaria

Ciambelline

15 giugno 2015

Ciambelline sempre con lo stesso impasto usato per fare la torta su stecco

Ciambelle (2)

Con lo stampo in silicone per donut di Silikomart è impossibile che non vengano col buco!

Ciambelle (6)

Una volte sfornate, raffreddate le ho semplicemente intinte nel cioccolato fondente fuso e ricoperte con
Wonder sugar colorati.

ilariainterplanetaria

Tortine sullo stecco

23 aprile 2015

povero blog …abbandonato a se stesso da mesi….

ma adesso ho fatto due o tre cosine da pubblicare, molto facili, idee veloci!

Con lo stampino in silicone Silikomart Mini Tango ho preparato delle simpatiche torte su stecco.

tango mini torta stecco (1)

La ricetta della torta è veloce ed è la solita torta alla panna montata:
250 farina setacciata
250 zucchero
250 panna montata
3 uova
mezza bustina di lievito per dolci.
(considerate che con questa dose ne fate anche 20 di queste tortine)

tango mini torta stecco (2)

Montate uova e zucchero, aggiungere poi mescolando delicatamente, incorporando senza smontare, la panna precedentemente montata e la farina col lievito.

Disporre una cucchiaiata di impasto negli incavi dello stampini e poi introdurre lo stecco di legno nell’apposita fessura e coprire con poco altro impasto, non esagerate perchè poi lievitando crescerà, inglobando il bastoncino.

Infornare a 170 gradi per 15/20 minuti, in base al vostro forno, non fatele cuocere troppo, son piccine ed asciugherebbero.

tango mini torta stecco (3)

Quando sono ben raffreddate potete staccare le tortine e far uscire lo stecchino dalla fessura.
A questo punto le tortine sono già bellissime da sole, si possono tenere così o spennellare con poca marmellata e decorare con degli Wonder sugar colorati.

Io questa volta ho sciolto del cioccolato fondente le ho ricoperte e le ho regalate❤

alla prossima!

ilariainterplanetaria

Nocciole alla mediterranea

10 luglio 2014

Nocciola ricetta acciughe (2)

Il titolo della ricetta mi fa pensare a come le cose cambino aspetto se si guardano da un altro punto di vista, quindi non il ripieno è il protagonista qui, ma l’originale esterno.

Sono stata invitata a partecipare all’iniziativa “La nocciola fa per me“, presente anche su Facebook, progetto di comunicazione realizzato con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per la promozione del consumo della nocciola italiana, con una mia ricetta.

Qui di solito siete abituati ai dolci, ma oggi si parla di salato.

Ho preparato una reinterpretazione delle acciughe ripiene, utilizzando ingredienti Mediterranei.

Nocciola ricetta acciughe (1)

Pulire 3 hg di acciughe privandole di testa, interiora e lisca.
Preparare il ripieno con un mezzo panino raffermo, 3 pomodorini, 15 olive taggiasche, olio e poco latte (qb), 1 peperoncino.
Tritare grossolanamente le nocciole per la panatura.
Tritare il pane con tutti gli altri ingredienti e poi mescolare con un uovo e due cucchiai di parmigiano grattuggiato. Aggiustare con del pan grattato se l’impasto dovesse essere troppo morbido.
Stendere le acciughe, adagiare una pallina di ripieno e coprire con un’altra acciuga, passare accuratemente nelle nocciole tritate.

Nocciola ricetta acciughe (3)

Stendere su una teglia con carta da forno, versare un filo di olio e infornare a 200 gradi col grill, a metà forno, per 15/20 minuti, non fatele seccare troppo.

Servire calde con un contorno di verdure fresche.
Io non ho aggiunto mai sale, gli ingredienti sono molto saporiti, provate ad abituarvi a mangiare senza sale.

Oh, ma adesso che le ho fatte chi mi viene ad aiutare a mangiarle?😉

ilariainterplanetaria

Dessert al Kefir e Rosa Canina

25 giugno 2014

Con questa ricetta partecipo al Contest Foodblogger Rigoni di Asiago “Le ricette dell’estate: cucina light con Fiordifrutta Rigoni di Asiago”

dessertkefir rigoni (4)

Fa caldo quindi ecco un dessert veloce e fresco che potete far passare anche un po’ in freezer prima di servire:
Il dessert è cosi composto:
-base di dacquoise al cacao ( qui una ricetta)

dessertkefir rigoni (2)

-Kefir
Marmellata Rigoni di Asiago alla rosa canina

dessertkefir rigoni (5)

Mi è piaciuto abbinare la rosa canina al kefir, un’accoppiata vincente!

dessertkefir rigoni (8)

Il kefir è un latte fermentato dal sapore molto deciso che si produce a partire da normale latte grazie all’ operato di simpatici globulini di microorganismi che prendono possesso della tua vita in breve tempo!

Qui info sul kefir
Se volete sostituirlo usate dello yogurt a vostro gusto.

dessertkefir rigoni (1)

 

Una ricetta di daquoise può essere: montare due albumi con 40 g di zucchero e una volta ben montati mescolare senza smontare con un mix composto da  60 g di farina di mandorle e 40 g zucchero) stendere su carta da forno in uno strato sottile e cuocere a 180 per 12 minuti, io qui ho aggiunto un cucchiaino di cacao amaro e granella di nocciole)

ilariainterplanetaria

Brazil 2014 – Italian Macarons

23 giugno 2014

macarons italia cuore silikomart (2)

In occasione dei campionati mondiali di calcio Brazil 2014, e siccome i mondiali di calcio stimolano il patriottismo, ecco i miei Macarons tricolore!

macarons italia cuore silikomart (15)

Macarons a cuore realizzati con l’ausilio dell’utilissimo tappetino in silicone Silikomart

macarons italia cuore silikomart (39)

La ricetta che ho usato è la classica, ma vi ricordo che esiste il preparato Macarons Mix Silikomart

macarons italia cuore silikomart (1)

Ingredienti:

100 g farina di mandorle sottile
100 g zucchero a velo
35 g albumi
Mescolare tutto fino a formare una pasta di mandorle, aggiungere il colorante.

35 g di albume
24 g acqua
90 g zucchero.
Portare acqua e zucchero a 121 gradi e versare sugli albumi mentre si montano fino a raffreddamento.

macarons italia cuore silikomart (3)

Mescolare in piu riprese i due composti e procedere al Macaronage, cioè con la spatola amalgamare i composti smontando la montata per avere un composto omogeneo e liscio che scenda quasi a nastro.

macarons italia cuore silikomart (18)

Con la sac a poche riempire gli incavi del tappetino.

Poi procedere al riposo, detto Croutage, si deve asciugare la superficie del macaron, passo essenziale per avere superfici liscia e collarino perfetto (ehm, se devo essere sincera qui forse li ho fatti croutagiare troppo😀 )
Infornare a 160 per 8 / 10 minuti. Lasciar raffreddare prima di staccare dal tappetino.

macarons italia cuore silikomart (23)

Farcitura con crema di burro alla vaniglia del Madagascar (100 g burro e 100 g zucchero a velo montati co cura e con aggiunta di estratto alcolico di bacche di vaniglia del madagascar fatto da me lasciando in infusione bacche in vodka per sei mesi).
Con la sac a poche distribuire la crema su un guscio ed accoppiare con l’altro di colore diverso.

macarons italia cuore silikomart (26)

ilariainterplanetaria

CDIF Roma

4 giugno 2014

Questo slideshow richiede JavaScript.

È appena finito il Cake Design Italian Festival, edizione Romana 2014.

Ringrazio Silikomart che mi ha accolto nel suo stand dove ho anche conosciuto Renato Ardovino.
Una vera folla in visibilio per lui! 😀

Ringrazio inoltre la mia amica Marina con cui ho passato un piacevolissimo fine-settimana!❤

ilariainterplanetaria


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.078 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: