Archive for giugno 2013

Scatola Con Scarpa e Cassaforte con Banconote

27 giugno 2013

Torta Scarpa

Per due gemelli che hanno compiuto diciotto anni, ho preparato due torte, uguali nel gusto e nella forma base, ma diverse nella decorazione.

Una è una cassaforte con tante belle banconote, ma solo da mangiare e non da spendere! 😀

Torta cassaforte

Sono stampe alimentari su pasta di zucchero, esistono infatti stampanti che stampano su speciali fogli di pasta di zucchero in formato A4, ho trovato una drogheria qua a Genova che lo fa sul momento ad un prezzo valido. Molto utile in certi casi!

Torta cassaforte

L’altra è una scatola per scarpe con una decolté da donna rossa.
La scarpa è fatta interamente in pasta di zucchero, per farla ho cercato qualche ‘cartamodello’ online, ma ho trovato solo quelli per scarpe aperte davanti e/o dietro, alla fine ho fatto un mix per ottenere questo risultato, ovviamente non ho disegnato il cartamodello finale perché era molto tardi ed ero un po’ bollita, ma vi allego qui in fondo i vari template da cui ho attinto e che ho reperito online googlando, qui, qui e qui.

Torta Scarpa

Siccome la scarpa pesava un pochino ho messo dei supporti dentro la torta per sorreggerla ed evitare che sprofondasse dentro la torta.
La difficoltà principale è far asciugare bene la suola in forma ed adattarla al tacco, anch’esso deve asciugare bene e io ho lasciato dentro uno stecco di legno per rinforzarla. Per fare in modo che la pasta asciugasse meglio e più velocemente ho aggiunto CMC.

Torta Scarpa

CMC è un addensante sintetico che può essere aggiunto in piccole quantità alla pasta di zucchero per renderla più resistente e per fare in modo che la pasta asciughi meglio, esiste anche un’addensante naturale che è la gomma adragante, usando questa la pasta deve un po’ riposare prima di poter essere usata, il CMC è edibile, non tossico il suo nome è acronimo di CARBOXY-METHYL-CELLULOSE – sulle confezioni, specie se comprate all’estero trovate anche l’indicazione ‘tylo powder’. Una punta di cucchiaino mescolata con poca acqua forma dopo qualche ora una gelatina che può essere usata come colla edibile.

Torta Scarpa

Dentro mi avevano chiesto una simil-sacher, quindi ho fatto una sponge al cacao (sostituendo alla sponge normale 10 gr di farina con altrettanti di cacao amaro per ogni uovo), ho farcito con 3 strati di marmellata biologica di albicocche Rigoni di Asiago… (non l’avevo ancora assaggiata, davvero davvero buonissima, ve la consiglio, ho fatto fatica a non finirla subito tutta a cucchiaiate! )
Copertura con ganache al cioccolato fondente e poi pasta di zucchero.

rigoniAlbicoccaGanache

Per dare la forma rettangolare ho cotto uno stato unico nella teglia grande del forno e poi ho diviso in 4 rettangoli uguali da sovrapporre, lungo il bordo di ogni strato con la sac a poche ho fatto un cordolo di ganache, sia per contenere la marmellata, sia per far aderire in maniera salda gli strati, ho fatto la foto ma è buia e sfuocata, l’ho fatta col cellulare di sera, un disastro! Non so neanche ritoccare le foto! 😛

ilariainterplanetaria

ALLEGATI TEMPLATE SCARPE:

scarpa1 scarpa7 scarp2a

Annunci

Torta per Battesimo

17 giugno 2013

torta battesimo gluten free

Questa è la torta per il Battesimo di Emanuele, il figlio di miei cari amici.
Per loro ho preparto questa torta senza glutine e dei bocconcini ciocco-pera anch’essi senza glutine.

La torta era pan di spagna al cacao (senza glutine, quindi ho usato amido di mais e cacao amaro al posto della farina), io nel pan di spagna uso 5 g di cacao per ogni uovo e tolgo il corrispondete peso dalla farina (amido in questo caso)

torta battesimo gluten free

Doppia farcitura alla crema al latte e al cioccolato (crema al latte + ganache al cioccolato fondente)
Bagna a base di latte e zucchero.
Coperta con ganache e poi con pasta di zucchero (quando faccio preparazioni senza glutine uso Renshaw).

Decoro con scarpine (qui il cartamodello), ciuccio e bavaglino.

Torta battesimo (7)

Il disegno ricamato del bavaglino l’ho fatto utilizzando il Tricot Decor della Silikomart.
Ho appoggiato la pasta di zucchero sul tappetino e ho passato una volta il mattarello, cercando di premere in maniera omogenea.
È un utilizzo non convenzionale del Tricot Decor, ma ho ottenuto un bel risultato! 🙂

Torta battesimo (12)

La scritta l’ho fatta con un apposito set di letterine.
Sul bordo della torta poi ho dato l’effetto trapuntato ripassato con la rotellina per dare effetto cucitura.

Poi sempre pensando a qualcosa di gluten-free ho fatto una tenerina con farina di mandorle in sostituzione della farina normale (potremmo dire che diventa una caprese) e con i coppapasta tondi Silikomart ho ricavato dei piccoli tondi di torta e li ho disposti nei pirottini.

Bocconcini ciocco pera gluten free (5)

Su ogni tondino di torta ho messo un mezzo cucchiaino di confettura alle Pere, novità Rigoni di Asiago davvero buona, con grandi pezzettoni di pera!
Ancora sopra ho swirlato (si dirà swirlare? :-D) con ganache al cioccolato fondente.

Bocconcini ciocco pera Gluten free (2)

Vi ricordo che (+o-) tutte le ricette che uso le trovate nella Pagina della ricette! 😀

ilariainterplanetaria

Canestrelli al Miele di Melo

10 giugno 2013

Canestrelli

I canestrelli sono biscotti tipici della Liguria, e anche del Piemonte.
Il canestrello per me è un biscotto di frolla friabile a forma di fiorellino col buco al centro e coperto con zucchero a velo.

Mi sono sempre piaciuti.
Antefatto:
poco tempo fa quando ho assaggiato quelli fatti da una mia amica mi son permessa di chiederle la ricetta.

Stavo pensando ad una ricetta per il contest di Rigoni Di Asiago: Ricette regionali reinterpretate coi prodotti Rigoni.

canestrelli

Ho pensato subito alla Sacripantina, che volevo già fare da un po’ di tempo e che al suo interno ha un canestrello che aiuta anche a fornire la forma di cupola.
Allora son partita proprio dai canestrelli, personalizzando la ricetta con il Mielbio al MELO, perchè avevo letto che il miele sostituito allo zucchero rende la frolla più morbida.
Poi mentre la pasta frolla riposava in frigo ho deciso che i canestrelli sarebbero già andati bene come ricetta per il contest, perché diciamolo…la sacripantina…non mi piace 😀


Allora ecco la ricetta per una ventina circa di canestrelli da circa 6 cm di diametro e di spessore 1.5 cm
250 gr farina 00
200 gr burro
1 tuorlo
60 gr zucchero a velo
30 gr miele di MELO
zucchero a velo da spolverare sopra ai biscotti.

canestrelli miele melo (3)

Io questa volta ho impastato nella planetaria, prima burro e zucchero, poi ho aggiunto il tuorlo e poi la farina. Alla fine ho terminato impastando a mano. Ho fasciato tutto nella pellicola e lasciato riposare qualche ora in frigo.
Per stendere la pasta in uno spessore uniforme ho usato il manico di due cucchiai di legno come guida per il mattarello.
Non avendo il taglia biscotti specifico per canestrelli ho usato uno stampo a fiore e poi ho cercato un qualcosa nei cassetti della cucina per fare il buco al centro, che infatti non è venuto perfetto.
(ma ora dico io, possibile che io non abbia un cutter da canestrelli?)

canestrelli miele melo (4)

Prima di infornare per circa 20 minuti a 180 gradi ho lasciato riposare la teglia, con i biscotti su carta da forno, in frigo.
Devo dire la verità, mi si sono leggermente deformati, devo probabilmente tarare la temperatura del mio forno.
Appena sfornati li ho spolverati con zucchero a velo e li ho lasciati raffreddare.

Canestrelli

Non immaginate il profumo di mele che emanavano questi biscotti, davvero incredibile!
Li rifarò!

Sulla pasta frolla ho già scritto un po’ di post e vi linko di nuovo le info interessanti che meritano di essere lette, leggi QUI.

ilariainterplanetaria

Torta a forma di Uno

3 giugno 2013

torta uno

Torta a forma di uno, per un primo compleanno, ovviamente 😀

Partiamo dall’interno:
pan di spagna, bagnato con sciroppo di frutta, farcito due volte con marmellata biologica Rigoni di Asiago alle fragole e fragoline, crema al latte e frutta sciroppata, coperto con ganache al cioccolato bianco e pasta di zucchero.

torta uno

Il difficile di questa torta è stato ottimizzarne la produzione, utilizzando le teglie in mio possesso e creando meno scarti possibile.

Dopo giorni e giorni di calcoli geometrici, sono giunta a questa conclusione: teglia quadrata da cui ricavo un 1 abbastanza armonico nella forma e nella dimensione delle varie parti, con pochissimo scarto.

Per l’esterno direi che mi sono ampiamente ispirata a questa torta.

torta uno

ilariainterplanetaria


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: