Archive for the ‘Sale e Pepe’ Category

Draniki

8 luglio 2015

draniki

Partecipo con una ricetta salata ad un contest che mi porta ad usare il Parmigiano Reggiano.

Una ricetta con solo 4 ingredienti, di cui uno deve essere il Parmigiano Reggiano, scelto fra tre diverse stagionature seguendo i principi della Parmigiano Reggiano Academy

Le 30 migliori ricette che saranno raccolte nel ricettario 4COOKING e designerà la ricetta vincitrice della PR Chef 2015 che verrà inserita nel menù di Eataly in Italia.

Non sono così ambiziosa, non è la mia indole in generale, ma sono soddisfatta e vi propongo questa ricetta, che è di ispirazione biellorussa e ringrazio la mia amica Anastasiya che me la ha suggerita.

Draniki

Gli ingredienti della mia ricetta sono 4, come da regolamento:

Parmigiano Reggiano 24 mesi:
-4 cucchiai di grattuggiato
-4 cucchiai di piccole scaglie
2 Patate
100 gr Yogurt greco
1 Uovo

inoltre: Sale, pepe, olio qb

Sbollentare le patate e schiacciarle grossolanamente, aggiustare di sale, aggiungere un pizzico di pepe e amalgamare con un uovo, senza lavorare troppo, la ricetta originale prevede di grattuggiare le patate crude.
La mia modifica personale alla ricetta è aggiungere qualche piccola scaglia di parmigiano, che in cottura si scioglierà dando una nota sapida.
In una padella scaldare poco olio, non deve essere una frittura, ma più una rosolatura.
Disporre quindi cucchiaiate abbondante di impasto a formare le varie frittelle.

Per dare la forma di cuore alle mie draniki ho usato lo stampo in silicone Silikomart happy snack love

draniki silikomart

Cuocere da entrambi i lati.
Nel frattempo mescolare in una ciotola dello yogurt greco con del parmigiano grattuggiato, sale, olio, e pepe a piacere, in questa fase credo sia importante assaggiare per raggiungere un sapore per voi piacevole.

draniki

Servire calde con la salsina.

Suggerimento: Se non vi piace l’acidità dello yogurt potete fare una crema più dolce sostituendolo con della panna da cucina, scaldandola e poi mescolandola con il parmigiano grattuggiato.

Nota: Ho utilizzato un parmigiano 24 mesi, che ha la giusta sapidità per contrastare la dolcezza della patata e sciogliendosi mantiene la giusta consistenza, senza rapprendersi come farebbe uno più giovane.

ilariainterplanetaria

Annunci

Nocciole alla mediterranea

10 luglio 2014

Nocciola ricetta acciughe (2)

Il titolo della ricetta mi fa pensare a come le cose cambino aspetto se si guardano da un altro punto di vista, quindi non il ripieno è il protagonista qui, ma l’originale esterno.

Sono stata invitata a partecipare all’iniziativa “La nocciola fa per me“, presente anche su Facebook, progetto di comunicazione realizzato con il contributo del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali per la promozione del consumo della nocciola italiana, con una mia ricetta.

Qui di solito siete abituati ai dolci, ma oggi si parla di salato.

Ho preparato una reinterpretazione delle acciughe ripiene, utilizzando ingredienti Mediterranei.

Nocciola ricetta acciughe (1)

Pulire 3 hg di acciughe privandole di testa, interiora e lisca.
Preparare il ripieno con un mezzo panino raffermo, 3 pomodorini, 15 olive taggiasche, olio e poco latte (qb), 1 peperoncino.
Tritare grossolanamente le nocciole per la panatura.
Tritare il pane con tutti gli altri ingredienti e poi mescolare con un uovo e due cucchiai di parmigiano grattuggiato. Aggiustare con del pan grattato se l’impasto dovesse essere troppo morbido.
Stendere le acciughe, adagiare una pallina di ripieno e coprire con un’altra acciuga, passare accuratemente nelle nocciole tritate.

Nocciola ricetta acciughe (3)

Stendere su una teglia con carta da forno, versare un filo di olio e infornare a 200 gradi col grill, a metà forno, per 15/20 minuti, non fatele seccare troppo.

Servire calde con un contorno di verdure fresche.
Io non ho aggiunto mai sale, gli ingredienti sono molto saporiti, provate ad abituarvi a mangiare senza sale.

Oh, ma adesso che le ho fatte chi mi viene ad aiutare a mangiarle? 😉

ilariainterplanetaria

Cupcakes… salati!

5 marzo 2013

La collaborazione con Rigoni di Asiago continua, quest’anno è dedicato alla linea di miele biologico.
Mi sono arrivati tantissimi Mielbio di Rigoni di Asiago

MIELbio (6)

Ho deciso di provarne subito uno con una ricetta salata, perchè a me abbinare il dolce ed il salato piace molto, era da un po’ che volevo fare dei cupcake e ne ho quindi approfittato!

cupcakes salati

Sono andata alla ricerca di una ricetta ed ho trovato questa: giaincucina.it.

L’ho leggermente modificata togliendo il prosciutto e la provola.

Con le dosi descritte mi sono usciti 9 cupcakes che poi ho decorato con una crema al parmigiano ed una crema al tonno.

cupcakes salati

La crema al parmigiano l’ho fatta con una ricottina e del parmigiano grattuggiato QB, nel mixer ho tritato fino ad ottenere una crema. Sono andata ad occhio per ottenere una consistenza che stesse ferma una volta disposta sul cupcake, dipende molto dalla ricotta utilizzata.

cupcakes salati (5)

La crema al tonno l’ho fatta semplicemente con una ricottina ed una scatoletta di tonno sott’olio. Sempre tritando col mixer fino ad ottenere una crema, siccome mi veniva troppo morbida ho aggiunto del pan grattato.

64549_479004328814934_1180535862_n

Ho usato tonno Nostromo che sta facendo una simpatica striscia umoristica: La sai l’ultima sul mare.

Gli amici di facebook, ispirati dall’ironia dei due tonni, potranno inviare le proprie barzellette direttamente alla pagina Facebook sulla quale verranno pubblicate le migliori.

cupcakes salati

Ho decorato con la sac a poche ed un beccuccio a stella (non troppo piccola, mi raccomando, perchè le creme possono contenere pezzi più grossi che ve la tapperebbero) i miei cupcakes.
Se vi fate i conetti di carta da forno per disporre le creme usateli subito, io ho tergiversato e l’umidità delle creme mi ha fatto rompere la carta, oppure usate la sac a poche di tessuto o le più pratiche usa e getta.

cupcakes salati (6)

Come ciligina sulla torta su quelli al parmigiano ho voluto provare il Miele al Timo, che è adatto proprio all’accostamento coi formaggi! Buonissimo!

cupcakes salati

Vi consiglio vivamente anche io, come l’autrice della ricetta, di non mettere però il pirottino di carta perchè non si staccherà facilmente dal vostro cupcake!

Sono ottimi anche riscaldati !!!

cupcakes salati (27)

Nota sul lievito per torte salate: è identico al lievito per dolci, come ingredienti. Talvolta quello per dolci è vanigliato e quindi non si accorda al gusto delle ricette salate, ma se il vostro lievito di fiducia non è vanigliato potete usare tranquillamente quello!

ilariainterplanetaria

Una torta salata ma non troppo…

13 febbraio 2012

Chi l’ha detto che le marmellate si usano solo per i dolci?
A me pice moltissimo mescolare i sapori e quindi ho avuto questa idea: una torta salata con una marmellata.

Ho scelto la marmellata al mandarino Fiordifrutta Rigoni di Asiago, e siccome si abbina bene ai formaggi freschi ho preso del quartirolo e poi mi hanno stuzzicato delle zucchine tonde…

Creando così questa ricetta un po’ per gioco è venuto fuori un piatto delicato nel quale i gusti si fondono insieme perfettamente.
Ho deciso di fare delle monoporzioni per chè le trovo molto carine….
Tortine al questirolo e mandarini:
Ingredienti per sei tortine : 2 zucchine tonde, 2 etti di quartirolo, Fiordifrutta al mandarino, un rotolo di pasta sfoglia pronta, sale, erbette varie, olio.

Grigliare le zucchine (è un’operazione che a me non piace per niente, troppo noiosa….)
Dalla pasta sfoglia ritagliare sei cerchi di circa 10 cm di diametro con un coppapasta.
Adagiare nelle piccole teglie, io ho usato gli stampi per crostatine da cm 10 con rivestimento teflon antiaderente di Guardini, anche per tagliare la pasta.
Riempire con una fetta di zucchina, condirla con olio sale e un misto erbette ( io ne ho usato uno fatto in casa con rosmarino, salvia timo e maggiorana. Continuare con una sottile fettina di quartirolo, un cucchiaino di marmellata e un’altra fetta di zucchina.

Chiudere un cerchio di pasta sfoglia più piccolo e richiudere bene con la pasta dello strato inferiore.
Spennellare con rosso d’uovo, bucare con la forchetta e infornare, in forno caldo, a 200 gradi per 10 minuti.

Devo dire esperimento riuscito!

Con questa ricetta partecipo al contest di Rigoni di Asiago che si intitola appunto: ‘Un torta salata ma non troppo’

rigoni di asiago

ilariainterplanetaria

Pollo naïf con Fiordifrutta Rigoni al Melograno

23 settembre 2011

Ero ansiosa di provare Fiordifrutta al melograno Rigoni abbinata alla carne.
Quindi ho pensato di abbinare un piatto veloce da cucinare e un po` diverso dal solito ad una decorazione speciale.

La marmellata Fiordifrutta al melograno Rigoni è stata trasformata in piccoli fiori, ho aggiunto alla marmellata della gelatina ammollata in acqua e poi sciolta in un pentolino, lasciata rassodare per una notte e poi con un cutter per biscotti ho ricavato i fiorellini, un pinolo al centro e dei fagiolini al vapore come gambo.

Per il pollo invece ho tagliato a pezzetti un petto e l’ho messo in padella, l’ho fatto scottare con un poco di olio evo, aglio e un chiodo di garofano, quando si era un poco colorito ho aggiunto l’uvetta sotto spirito e poi ho sfumato tutto con del vino dolce ( ho usato del vino per sangria). Per ultimo ho usato un pizzico di farina per addensare il fondo di cottura.

Disposto nel piatto con il sole-carota e la farfalla-pomodorino che completano questo piatto che definirei naïf.

Se vi piacciono gli abbinamenti originali allora provatelo!

Con questa ricetta partecipo al contest di Sweet and Salty Corner:

ilariainterplanetaria

Snack sfizioso di ceci alla paprika

4 luglio 2011

Direttamente dalla cucina di Arabafelice uno snack veramente sfizioso e che ho già fatto un sacco di volte.
Inoltre, siccome la nutrizionista mi ha detto che devo mangiare più legumi ecco un’ottima occasione per avere la botte piena e la moglie ubriaca.

snack sfizioso di ceci alla paprika

Ricetta:
400 g di ceci in barattolo (oppure lessati da voi, peso da sgocciolati)
un cucchiaio ben colmo di farina
un cucchiaino circa di paprika dolce (io ci sono andata giù pesante e siccome Melius adbundare quam deficere ho aggiunto curcuma, pepe e del pan grattato….)
un cucchiaino di sale, circa
2 o 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva (io ne ho messo un po’ meno….non vorrei che la nutrizionista di cui sopra leggesse il mio blog 😉 )

snack sfizioso di ceci alla paprika

Scolare i ceci dall’acqua di conservazione, sciacquarli sotto l’acqua corrente e asciugarli con della carta da cucina. Se invece sono lessati da voi, bastera’ solo asciugarli.
Metterli in una ciotola e versare la farina, il sale e la spezia scelta qb. Rigirare bene in modo che siano ben ricoperti e farina e spezie formino un film sottile attorno.

snack sfizioso di ceci alla paprika

Versare i ceci in una teglia, non con carta forno o vengono meno croccanti, leggermente unta e versarvi sopra l’olio. Dare una girata in modo che siano uniformemente ricoperti e porre attenzione che siano su un solo strato e non uno sopra l’altro. Io ho infornato nel microonde con funzione micro+grill per 10 minuti e poi 3 minuti solo grill, ma la prossima volta prvo nel forno a 200 gradi per 30 minuti, come da ricetta originale. Croccanti e sfiziosi.

Con questa ricetta partecipo in extremis al giveaway di Arabafelice per vincere un ambitissimo cannello da pasticceria, che ormai penso sia l’ultimo accessorio che manca alla mia cucina!
Passate a leggere il suo blog perchè merita davvero!

ilariainterplanetaria

Idea salata per riciclare albumi

1 giugno 2010

Avevo da riciclare sia degli albumi avanzati dall’ultimo dolce, sia una tentata panna montata (smontatasi in maniera indegna).
In concomitanza con la presenza nel mio frigo di bietole eco-bio-logiche ho optato per delle simpatiche mini-tortine salate, così piccoline mi sembra che si facciano mangiare più volentieri …

Negli stampini dei muffin ho messo un disco di pasta, due cucchiai dell’impasto e ho lasciato cuocere per una ventina di minuti, fino a che mi sembrava potesse andare bene. La prima infornata l’ho tolta troppo presto e si è afflosciata, la seconda invece mi è venuta molto più carina.

Ho provato a fare una foto da vera food-blogger, ma senza luce naturale sarà difficile…

tortino di bietole

Per le torte di verdure io vado ad occhio e ad ispirazione, comunque a grandi linee c’erano: 250 gr panna, 500 gr bietole bollite, pan grattato q.b. ad assorbire il liquido in eccesso, 9 albumi montati a neve ben ferma, che danno sofficità all’impasto e lo fanno gonfiare in cottura.
La pasta invece è fatta con una ricetta ottima che serve anche per fare la focaccia col formaggio: 500 farina, 250 acqua tiepida, 50 olio evo, pizzico di sale, impastare e lasciar riposare per 45 minuti, sarà facilissimo stenderla col mattarello.


Bookmark and Share

Pinguini con le olive

7 aprile 2010

Di sicuro effetto e simpaticissimi per un aperitivo ecco i pinguini!!

pinguini con olive

Sono semplicemente due olive nere snocciolate, la pancia è ripiena di formaggio spalmabile, io l’ho fatto con la sac a poche, la testa è sempre un’oliva infilzata all’altra con uno stecchino, il becco e le zampe sono carote: da una rondella tagliate uno spicchio che sarà il becco, infilato nel buco dell’oliva, il pezzo rimanente sono le zampette…..
Con un po di pazienza potete fare anche gli occhietti sempre col formaggio e una piccola sac a poche.

Pinguini con le olive

Un po’ laboriosi, ma farete un figurone!
L’idea l’ho rubacchiata dalla rete, ovviamente 😉


Bookmark and Share


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: