Posts Tagged ‘marmellata’

Mini occhi di bue

24 febbraio 2014

Per addolcire la realtà…

occhi di bue (81)

Ricetta pasta frolla per canestrelli:
Ultimamente sto sperimentando un po’ di ricette di canestrelli e questa è ottima, anche per fare gli occhi di bue.

330 g farina
200 g burro
100 g zucchero
2 tuorli
scorza di limone
aroma naturale di vaniglia

occhi di bue (31)

Impastare velocemente, senza scaldare troppo l’impasto, il burro con lo zucchero, aggiungere tuorli, farina e aromi. Impastare fino ad otterenere un impasto sodo e lasciare riposare in frigo per qualche ora.
Stendere la pasta dello spessore di un centimentro per fare i canestrelli o di mezzo centimento (al massimo) per fare gli occhi di bue.
Per fare gli occhi di bue ritagliare tutti i biscotti di forma uguale, io ho usato lo stesso stampo del canestrelli, metà dei biscotti ottenuti dovranno essere poi bucati al centro.
Mentre aspettate di infornare potete lasciare i biscotti in frigo, terranno meglio la forma in cottura.
Infornare a 180 gradi e controllare che non scuriscano troppo, una decina di minuti, ma teneteli sotto controllo.
Spolverare appena usciti dal forno con zucchero a velo.

occhi di bue (41)

Una volta freddi distribuire un cucchiaino di Fiordifrutta all’ albicocca Rigoni Di Asiago al centro di ogni biscotto senza buco e coprire poi con quello bucato.
Spolverare ancora con zucchero a velo.

NB: se volete qualcosa di ancora più goloso farcite con Nocciolata Rigoni di Asiago.


Link utili:

  1. Approfondimenti sulla pasta frolla…
  2. Come stendere la pasta frolla di spessore uniforme

ilariainterplanetaria

Annunci

Scatola Con Scarpa e Cassaforte con Banconote

27 giugno 2013

Torta Scarpa

Per due gemelli che hanno compiuto diciotto anni, ho preparato due torte, uguali nel gusto e nella forma base, ma diverse nella decorazione.

Una è una cassaforte con tante belle banconote, ma solo da mangiare e non da spendere! 😀

Torta cassaforte

Sono stampe alimentari su pasta di zucchero, esistono infatti stampanti che stampano su speciali fogli di pasta di zucchero in formato A4, ho trovato una drogheria qua a Genova che lo fa sul momento ad un prezzo valido. Molto utile in certi casi!

Torta cassaforte

L’altra è una scatola per scarpe con una decolté da donna rossa.
La scarpa è fatta interamente in pasta di zucchero, per farla ho cercato qualche ‘cartamodello’ online, ma ho trovato solo quelli per scarpe aperte davanti e/o dietro, alla fine ho fatto un mix per ottenere questo risultato, ovviamente non ho disegnato il cartamodello finale perché era molto tardi ed ero un po’ bollita, ma vi allego qui in fondo i vari template da cui ho attinto e che ho reperito online googlando, qui, qui e qui.

Torta Scarpa

Siccome la scarpa pesava un pochino ho messo dei supporti dentro la torta per sorreggerla ed evitare che sprofondasse dentro la torta.
La difficoltà principale è far asciugare bene la suola in forma ed adattarla al tacco, anch’esso deve asciugare bene e io ho lasciato dentro uno stecco di legno per rinforzarla. Per fare in modo che la pasta asciugasse meglio e più velocemente ho aggiunto CMC.

Torta Scarpa

CMC è un addensante sintetico che può essere aggiunto in piccole quantità alla pasta di zucchero per renderla più resistente e per fare in modo che la pasta asciughi meglio, esiste anche un’addensante naturale che è la gomma adragante, usando questa la pasta deve un po’ riposare prima di poter essere usata, il CMC è edibile, non tossico il suo nome è acronimo di CARBOXY-METHYL-CELLULOSE – sulle confezioni, specie se comprate all’estero trovate anche l’indicazione ‘tylo powder’. Una punta di cucchiaino mescolata con poca acqua forma dopo qualche ora una gelatina che può essere usata come colla edibile.

Torta Scarpa

Dentro mi avevano chiesto una simil-sacher, quindi ho fatto una sponge al cacao (sostituendo alla sponge normale 10 gr di farina con altrettanti di cacao amaro per ogni uovo), ho farcito con 3 strati di marmellata biologica di albicocche Rigoni di Asiago… (non l’avevo ancora assaggiata, davvero davvero buonissima, ve la consiglio, ho fatto fatica a non finirla subito tutta a cucchiaiate! )
Copertura con ganache al cioccolato fondente e poi pasta di zucchero.

rigoniAlbicoccaGanache

Per dare la forma rettangolare ho cotto uno stato unico nella teglia grande del forno e poi ho diviso in 4 rettangoli uguali da sovrapporre, lungo il bordo di ogni strato con la sac a poche ho fatto un cordolo di ganache, sia per contenere la marmellata, sia per far aderire in maniera salda gli strati, ho fatto la foto ma è buia e sfuocata, l’ho fatta col cellulare di sera, un disastro! Non so neanche ritoccare le foto! 😛

ilariainterplanetaria

ALLEGATI TEMPLATE SCARPE:

scarpa1 scarpa7 scarp2a

Come decorare una torta con i pizzi

7 maggio 2013
torta_pizzi

Photo © Cakemania®

Divertentissima mattinata passata con le amiche di Cakemania
Il risultato del nostro lavoro, un foto-tutorial, lo potete vedere sul loro sito:
cakemania.it/cakedesign/come-decorare-una-torta-con-i-pizzi/

L’interno invece qua:

come decorare una torta con pizzi

Torta alla panna, con farcitura multipla di marmellata di frutti di bosco e crema di burro con formaggio cremoso(tipo philadelphia), detta creamcheese buttercream, che io faccio a partire da crema di burro aggiungendo il formaggio cremoso fino al raggiungimento del sapore desiderato.
Copertura con crema di burro e pasta di zucchero.

(era vero solo il piano più alto, gli altri erano in polistirolo)

Ringrazio Cakemania e Silikomart per la divertente opportunità!

ilariainterplanetaria

I ♥ Hello Kitty

12 marzo 2013

Torta hello

La torta hello kitty è un must.
Ogni ‘tortara‘ che si rispetti ne ha fatte almeno 5! 😀

Di solito con le torte sagomate provvedo prima alla farcitura e poi al ritaglio della sagoma, con conseguente scarto malefico, che devo riuscire a portare ai miei colleghi in ufficio prima che la vocina mi costringa a mangiarlo!

Torta hello kitty

Questa volta ho provato a tagliare prima la sagoma e poi farcire.
Utilizzando questo metodo son riuscita a delimitare con la ganache bianca il bordo esterno della farcitura.
Cioè con la sac a poche ho distribuito un cordone di ganache, che è bella consistente, lungo tutto il margine esterno, creando così un bordo di contenimento che avrebbe limitato l’eventuale spanciamento della farcitura ( perchè non ho fatto una foto???).

Torta hello

Questa operazione mi ha poi permesso di esagerare con la farcitura che era marmellata di lamponi, frutta sciroppata mista e crema al latte, tutto ciò ripetuto anche nel secondo strato.
La bagna era lo stesso sciroppo della frutta.

Copertura con ganache bianca e pasta di zucchero.
La torta fatta così la trovo molto fresca e leggera.
Anche fatta con una base di torta alla panna rimane ottima!

PS: ci tengo a precisare che non sono pazza….me lo ha detto anche la vocina!

ilariainterplanetaria

Torta Chitarra elettrica

10 dicembre 2012

Torta chitarra elettrica

Vanilla sponge, preparata col mio estratto di vaniglia home-made, di cui un giorno vi posterò la foto 😀
Bagnata con mezza tazza di latte, farcita con un leggero strato di marmellata di pesche, e ricoperta di ganache al cioccolato fondente.
Interamente fatta di torta.

Torta chitarra elettrica

Copertura e decorazioni in pasta di zucchero.
Le corde sono fili di cotone tenuti tesi da stuzzicadenti , ho ceduto al non-edibile perché farle in pdz non avrebbe avuto la stessa resa estetica.
(ops! Ogni tanto mi scappa un acronimo da tortara! Pdz = Pasta Di Zucchero)
Molto divertente da fare come soggetto, come base da sagomare questa è perfetta, adattissima ai bambini come gusto!

Torta chitarra elettrica

Per sagomarla, solito modo: ho stampato la chitarra che volevo riprodurre, ho ricalcato su carta da forno ed ho usato la dima così ottenuta per ritagliare i vari pezzi di torta che poi ho tenuto insieme con della ganache.

ilariainterplanetaria

Torta Hello Kitty a 2 piani

13 settembre 2012

Hello kitty, mi piace tanto!

Chissà perché!? Forse perchè sono giovane dentro? 😀

2 piani di torta, entrambi esclusivamente in pan di spagna.

Quando scrivo pan di spagna intendo quello classico (solo uova (biologiche!), zucchero e farina), non è un nome generico che uso per tutti gli impasti, e ci tengo a dirlo perché nelle torte decorate la base utilizzata è molto importante, utilizzare il pandispagna classico, che va obbligatoriamente bagnato, pregiudica spesso l’aspetto delle torte e richiede molta più attenzione e incoscienza 😀

Per entrambi i piani doppia farcitura con crema al latte condensato e mascarpone, ma il primo piano aveva anche un generoso strato di marmellata di fragola (biologica) ed una bagna alla fragola.

Copertura con crema di burro e poi pasta di zucchero. Tutte le decorazioni sono in pasta di zucchero.

Ultimamente sto usando la pasta di zucchero massa ticino tropic, mi trovo bene, meglio che con la satin ice.

Nel piano sotto ho messo i pioli per sorreggere la torta sopra che aveva il suo vassoietto e un piolo centrale ‘trafiggeva’ entrambe le torte, in modo da poterla trasportare in auto con relativa tranquillità

Ad onor del vero (sapete che ci tengo!) quando mi fu chiesta una torta mi fu dato come esempio quella de Le torte di Nadia, poi io l’ho personalizzata un po’.

ilariainterplanetaria

Torta agli agrumi

14 dicembre 2011

Per il compleanno di mio fratello ho fatto una torta agli agrumi.
Ho usato la ricetta della 4/4 (stesso peso per burro, zucchero, farina e uova + lievito ed eventuali aromi) che ha molte somiglianze con la vanilla sponge.
Montare il burro con lo zucchero fino quando è bello spumoso, aggiungere un uovo alla volta alternando con un cucchiaio di farina e aspettando che sia completamente amalgamato prima di aggiungere il successivo.
Poi terminare aggiungendo lentamente la farina. La farina, mi raccomando, setacciata insieme al lievito.
Io ho anche aggiunto un po’ di liquore agli agrumi fatto da me.
Con una dose di 250 grammi per ingrediente ho poi infornato due teglie da 18 centimetri per 40 minuti a 160 gradi (fare sempre prova stecchino).

Una volta cotte e raffreddate, ho tagliato la sommità delle torte per renderle piane e le ho spalmate con marmellata Fior di Frutta Rigoni di Asiago agli agrumi.
Ho aggiunto un sottile strato di crema al latte .
Per fare torte dritte con farciture omogenee preferisco foderare la teglia con pellicola e disporvi dentro gli strati di torta alternandoli con la farcitura.
Poi lascio tutto a riposare in frigo e rovescio sul vassoio, in questo caso ho usato una carta a pizzo di ICOOKCAKE

La torta poi questa volta l’ho semplicemente ricoperta con la crema al latte e poi l’ho riempita di candeline colorate.

ilariainterplanetaria

Nuovi arrivi Rigoni di Asiago

4 novembre 2011

Nuovi arrivi Rigoni di Asiago tutti da provare!
Le marmellate Fiordifrutta, biologiche e senza zuccheri aggiunti, dai gusti originali: limoni, mandarino, agrumi, pompelmo rosa e arance amare
La Nocciolata: crema al cacao e nocciole tutta biologica!

A presto con le nuove ricette!!

ilariainterplanetaria

Esperimento Cioccolatini ripieni

9 ottobre 2011

Un’ispirazione… e in un battibaleno ero già li che fondevo il cioccolato.
Ho usato degli stampini non particolarmente adatti a fare cioccolatini ripieni, troppo bassi, ma alla fine per essere stato un esperimento sono venuti bene.
Ho sciolto il cioccolato fondente a bagno maria, ne ho messo un po’ negli stampini e ho fatto colare l’eccesso.
Dopo pochi minuti ho adagato una punta di Marmellata Fiordifrutta Rigoni al Cranberry, biologica e senza zuccheri aggiunti, e poi ho coperto col restante cioccolato sbattendo un po’ sul piano di lavoro per pareggiare.

Ho lasciato in frigo una notte, la mattina dopo sono usciti dagli stampini dei bei cioccolatini…
Il ripieno un po’ aspro in contrasto con la cioccolata fondente mi piace molto!

Con questa semplicissima ricettina partecipo al contest di bolli bolli pentolino

ilariainterplanetaria

Crostata con marmellata

11 luglio 2011

Una semplice, ma sempre gradita, crostata con marmellata.

La ricetta della pasta frolla che uso io è
300 g di farina,
200 g di burro,
100g di zucchero (io uso quello a velo),
2 tuorli,
aromi a piacere (per esempio vaniglia o limone)

(ho trovato interessantissimo questo post sulla pasta frolla)

Il burro deve essere freddo e impastato velocemente con lo zucchero, poi aggiungi i tuorli e la farina, bisogna impastare velocemente per non surriscaldare l’impasto che deve poi riposare in frigo avvolto in pellicola.
Meglio preparare la pasta frolla il giorno prima.

A me piace usare la marmellata cruda, rimane molto più morbida e saporita, così faccio cuocere il guscio di pasta frolla ‘in bianco’ cioè senza ripieno e praticando dei fori coi rebbi di una forchetta.
Io personalmente cuocio a 160 gradi forno ventilato per 20 minuti circa, poi ognuno deve vedere col suo forno.

Per stendere la pasta frolla di spessore uniforme andate a leggere questo utile suggerimento de La cucina di Marble.

Questa volta ho usato la Tortiera Cannellata antiaderente cm 27 della serie Morgane di Guardini.

Una volta raffreddata ho disposto la marmellata e con l’aiuto del Coppapasta in acciaio di Guardini ho fatto un centro di marmellata di fragole e il bordo con marmellata di albicocche.
Biscottini di frolla a decorare la crostata finita!

Alla prossima!

ilariainterplanetaria


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: