Posts Tagged ‘pasta frolla’

Mini occhi di bue

24 febbraio 2014

Per addolcire la realtà…

occhi di bue (81)

Ricetta pasta frolla per canestrelli:
Ultimamente sto sperimentando un po’ di ricette di canestrelli e questa è ottima, anche per fare gli occhi di bue.

330 g farina
200 g burro
100 g zucchero
2 tuorli
scorza di limone
aroma naturale di vaniglia

occhi di bue (31)

Impastare velocemente, senza scaldare troppo l’impasto, il burro con lo zucchero, aggiungere tuorli, farina e aromi. Impastare fino ad otterenere un impasto sodo e lasciare riposare in frigo per qualche ora.
Stendere la pasta dello spessore di un centimentro per fare i canestrelli o di mezzo centimento (al massimo) per fare gli occhi di bue.
Per fare gli occhi di bue ritagliare tutti i biscotti di forma uguale, io ho usato lo stesso stampo del canestrelli, metà dei biscotti ottenuti dovranno essere poi bucati al centro.
Mentre aspettate di infornare potete lasciare i biscotti in frigo, terranno meglio la forma in cottura.
Infornare a 180 gradi e controllare che non scuriscano troppo, una decina di minuti, ma teneteli sotto controllo.
Spolverare appena usciti dal forno con zucchero a velo.

occhi di bue (41)

Una volta freddi distribuire un cucchiaino di Fiordifrutta all’ albicocca Rigoni Di Asiago al centro di ogni biscotto senza buco e coprire poi con quello bucato.
Spolverare ancora con zucchero a velo.

NB: se volete qualcosa di ancora più goloso farcite con Nocciolata Rigoni di Asiago.


Link utili:

  1. Approfondimenti sulla pasta frolla…
  2. Come stendere la pasta frolla di spessore uniforme

ilariainterplanetaria

Canestrelli al Miele di Melo

10 giugno 2013

Canestrelli

I canestrelli sono biscotti tipici della Liguria, e anche del Piemonte.
Il canestrello per me è un biscotto di frolla friabile a forma di fiorellino col buco al centro e coperto con zucchero a velo.

Mi sono sempre piaciuti.
Antefatto:
poco tempo fa quando ho assaggiato quelli fatti da una mia amica mi son permessa di chiederle la ricetta.

Stavo pensando ad una ricetta per il contest di Rigoni Di Asiago: Ricette regionali reinterpretate coi prodotti Rigoni.

canestrelli

Ho pensato subito alla Sacripantina, che volevo già fare da un po’ di tempo e che al suo interno ha un canestrello che aiuta anche a fornire la forma di cupola.
Allora son partita proprio dai canestrelli, personalizzando la ricetta con il Mielbio al MELO, perchè avevo letto che il miele sostituito allo zucchero rende la frolla più morbida.
Poi mentre la pasta frolla riposava in frigo ho deciso che i canestrelli sarebbero già andati bene come ricetta per il contest, perché diciamolo…la sacripantina…non mi piace 😀


Allora ecco la ricetta per una ventina circa di canestrelli da circa 6 cm di diametro e di spessore 1.5 cm
250 gr farina 00
200 gr burro
1 tuorlo
60 gr zucchero a velo
30 gr miele di MELO
zucchero a velo da spolverare sopra ai biscotti.

canestrelli miele melo (3)

Io questa volta ho impastato nella planetaria, prima burro e zucchero, poi ho aggiunto il tuorlo e poi la farina. Alla fine ho terminato impastando a mano. Ho fasciato tutto nella pellicola e lasciato riposare qualche ora in frigo.
Per stendere la pasta in uno spessore uniforme ho usato il manico di due cucchiai di legno come guida per il mattarello.
Non avendo il taglia biscotti specifico per canestrelli ho usato uno stampo a fiore e poi ho cercato un qualcosa nei cassetti della cucina per fare il buco al centro, che infatti non è venuto perfetto.
(ma ora dico io, possibile che io non abbia un cutter da canestrelli?)

canestrelli miele melo (4)

Prima di infornare per circa 20 minuti a 180 gradi ho lasciato riposare la teglia, con i biscotti su carta da forno, in frigo.
Devo dire la verità, mi si sono leggermente deformati, devo probabilmente tarare la temperatura del mio forno.
Appena sfornati li ho spolverati con zucchero a velo e li ho lasciati raffreddare.

Canestrelli

Non immaginate il profumo di mele che emanavano questi biscotti, davvero incredibile!
Li rifarò!

Sulla pasta frolla ho già scritto un po’ di post e vi linko di nuovo le info interessanti che meritano di essere lette, leggi QUI.

ilariainterplanetaria

Biscotti per la festa del Papà

19 marzo 2013

Biscotti decorati festa del papà

Per la festa del Papà perchè non decorare tutti insieme dei biscotti?
È un’attività divertente, anche per i più piccoli!

Suggerimento: Preparate i biscotti, poi, una volta freddi, incollate la pasta di zucchero spennellando il biscotto con pochissima marmellata o miele.

ilariainterplanetaria

Un classico: Crostata alle Arance amare

14 novembre 2011

Un dolce classico, sempre gradito: la crostata con la marmellata.

Per pigrizia uso sempre la stessa ricetta di pasta frolla, cuocio in bianco e poi aggiungo la marmellata dopo la cottura, facendo così la marmellata rimane morbida e mantiene tutto il suo sapore.

Questa volta ho provato lo Stampo Cuore antiaderente di Guardini non l’ho unto e non ho usato carta da forno.

Per la farcitura ho usato la marmellata Fiordifrutta alle arance amare Rigoni di Asiago, davvero ottima, con tutte le scorzette, il barattolo è finito tutto, anche perchè con i ritagli di pasta ho fatto dei piccoli occhi di bue, che non ho fatto in tempo a fotografare (tanto mi erano venuti un po’… ‘abbronzati‘!).

Inutile dire che è sparita in men che non si dica!

ilariainterplanetaria

Biscotti con finestra di vetro

10 ottobre 2011

Era già da un po’ che volevo provare questi biscotti, compravo le caramelle…poi se le mangiava tutte mio marito 😀
Finalmente ce l’ho fatta.

Con la ricetta della pasta frolla che trovate qui sotto preparate dei biscotti, con un taglia pasta della forma che vi piace fate un buco al centro. Adagiateli su carta da forno.

Dentro il buco ammonticchiate le caramelle sbriciolate (scegliete quelle dure e colorate, io le ho infilate in un sacchetto per surgelati e le ho prese a martellate….)
Lasciate poi riposare la teglia in frigo, così i biscotti terranno meglio la forma in cottura.

Infornate a 160gradi e lasciate cuocere senza far dorare troppo.
Una volta sfornati lasciate assolutamente raffreddare i biscotti nel tegame e staccateli solo quando sono ben freddi.

Io avevo fatto anche un buchino in cui si può far passare il nastrino, per appenderli…..
L’effetto controluce è molto carino.
La parte di caramella riassume la consistenza della caramella e così le finestrelle colorate sembrano proprio di vetro!

Ecco la ricetta della pasta frolla che uso io:

300 gr farina, 200 gr burro, 100 gr zucchero, 2 tuorli, scorza di limone o estratto di vaniglia.

Impastare il burro appena morbido con lo zucchero, preferibilmente a velo. Incorporare poi i tuorli e dopo la farina e l’ aroma. Lavorare velocemente perchè l’impasto non deve scaldarsi. Una volta pronto farlo riposare in frigo nella pellicola, meglio addirittura farla il giorno prima.

Leggete anche questo post per approfondimenti sulla pasta frolla.

Con questa ricetta partecipo al raccolta “Piccola pasticceria: i biscotti” di BperBiscotto:

bperbiscotto

ilariainterplanetaria

Cestini di frolla con crema alle Visciole

3 ottobre 2011

Con la solita ricetta della pasta frolla, ho preparato dei cestini, disponendo i fiorellini di pasta frolla su dei pirottini e facendoli cuocere così in bianco e capovolti.

Una volta cotti e raffreddati ho disposto con la sac a poche la crema ottenuta mescolando crema di latte e Marmellata Fiordifrutta Rigoni alle Visciole. Quantità secondo i gusti.

Da farcire subito prima di servirli se no la pasta frolla si ammorbidisce troppo.

Con questa ricetta partecipo al Contest di Francy La Dolce Vita, The Sweet Tea-Time:
The Sweet Tea-Time

Crostata con marmellata

11 luglio 2011

Una semplice, ma sempre gradita, crostata con marmellata.

La ricetta della pasta frolla che uso io è
300 g di farina,
200 g di burro,
100g di zucchero (io uso quello a velo),
2 tuorli,
aromi a piacere (per esempio vaniglia o limone)

(ho trovato interessantissimo questo post sulla pasta frolla)

Il burro deve essere freddo e impastato velocemente con lo zucchero, poi aggiungi i tuorli e la farina, bisogna impastare velocemente per non surriscaldare l’impasto che deve poi riposare in frigo avvolto in pellicola.
Meglio preparare la pasta frolla il giorno prima.

A me piace usare la marmellata cruda, rimane molto più morbida e saporita, così faccio cuocere il guscio di pasta frolla ‘in bianco’ cioè senza ripieno e praticando dei fori coi rebbi di una forchetta.
Io personalmente cuocio a 160 gradi forno ventilato per 20 minuti circa, poi ognuno deve vedere col suo forno.

Per stendere la pasta frolla di spessore uniforme andate a leggere questo utile suggerimento de La cucina di Marble.

Questa volta ho usato la Tortiera Cannellata antiaderente cm 27 della serie Morgane di Guardini.

Una volta raffreddata ho disposto la marmellata e con l’aiuto del Coppapasta in acciaio di Guardini ho fatto un centro di marmellata di fragole e il bordo con marmellata di albicocche.
Biscottini di frolla a decorare la crostata finita!

Alla prossima!

ilariainterplanetaria

Angioletto

8 giugno 2011

Angioletto

Ecco un simpatico topper, un angioletto, realizzato completamente a mano con pasta di zucchero e montato su un biscotto di frolla, pensato per una Comunione.

Angioletto

Da appoggiare su una fresca crostata di frutta.

Altra crostata di frutta per un anniversario, 15 anni, nozze di ceramica, il cui colore è il beige. Topper realizzato con pasta di zucchero.

Crostata frutta

La crostata di pasta frolla, una spennellata di marmellata di albicocche, crema pasticcera e frutta fresca.

Crostata frutta

ilariainterplanetaria

Crostata al cioccolato

3 febbraio 2011

La base di 36 cm è in pasta frolla e contiene 1,5 kg di farcitura.
La farcitura, aggiunta dopo la cottura, è ganache al cioccolato fondente.
Nascosto dentro un sottile strato di ganache al cioccolato bianco.
Decori in pasta di zucchero.
Le ricette le potete trovare qui.

ilariainterplanetaria

Esperimento coi biscotti di frolla

3 giugno 2010

Chi di voi non fa un esperiento con la pasta frolla alle 7 e mezza del mattino? Io, con la pasta frolla avanzata da una crostata, ho provato a fare i biscottini a spirale.
L’esperimento consiste nell’aggiungere il cacao alla pasta ormai fatta, cosa ignobile, inoltre la pasta era ormai nervosa e tendeva a sbriciolarsi.
Il gusto non è cattivo, ma la consistenza all’assaggio non va bene, l’aspetto simpatico, ma migliorabile: esperimento fallito:

Biscotti spirali

I biscottini classici invece sono venuti buonissimi, ottimi spolverati con zucchero a velo e gustati con un po’ di the:

The e biscotti


Bookmark and Share


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: