Posts Tagged ‘rigoni di asiago’

Dessert al Kefir e Rosa Canina

25 giugno 2014

Con questa ricetta partecipo al Contest Foodblogger Rigoni di Asiago “Le ricette dell’estate: cucina light con Fiordifrutta Rigoni di Asiago”

dessertkefir rigoni (4)

Fa caldo quindi ecco un dessert veloce e fresco che potete far passare anche un po’ in freezer prima di servire:
Il dessert è cosi composto:
-base di dacquoise al cacao ( qui una ricetta)

dessertkefir rigoni (2)

-Kefir
Marmellata Rigoni di Asiago alla rosa canina

dessertkefir rigoni (5)

Mi è piaciuto abbinare la rosa canina al kefir, un’accoppiata vincente!

dessertkefir rigoni (8)

Il kefir è un latte fermentato dal sapore molto deciso che si produce a partire da normale latte grazie all’ operato di simpatici globulini di microorganismi che prendono possesso della tua vita in breve tempo!

Qui info sul kefir
Se volete sostituirlo usate dello yogurt a vostro gusto.

dessertkefir rigoni (1)

 

Una ricetta di daquoise può essere: montare due albumi con 40 g di zucchero e una volta ben montati mescolare senza smontare con un mix composto da  60 g di farina di mandorle e 40 g zucchero) stendere su carta da forno in uno strato sottile e cuocere a 180 per 12 minuti, io qui ho aggiunto un cucchiaino di cacao amaro e granella di nocciole)

ilariainterplanetaria

Cupcakes banana e ribes nero

14 maggio 2014

cupcakes banana-ribes

Avevo una banana morente che implorava pietà.
Ho deciso di renderla speciale trasformandola in questi cupcakes alla banana con farcitura di Fiordifrutta Rigoni al Ribes Nero.
A qualcuno poi è toccata anche la sorte felice di essere ricoperto con ganache al cioccolato fondente.

cupcakes banana-ribes (3)

La ricetta è una rivisitazione della torta alla panna:
250 panna montata
2 uova,
250 zucchero
250 farina
1 banana molto matura
mezza bustina di lievito

(ho tolto un uovo dalla ricetta originale, considerato che la banana può essere un sostituto di esso)

cupcakes banana-ribes (4)

Montare le uova (a temperatura ambiente, monteranno meglio!) con lo zucchero, unire poi la banana schiacciata e poco per volta la farina setacciata col lievito e la panna montata, mescolando con una spatola delicatamente per non smontare il composto.
Con questa dose si dovrebbe riuscire a fare 18 cupcakes.

cupcakes banana-ribes (2)

Ho riempito il pirottino di silicone Silikomart per metà, ho aggiunto un cucchiaino di Fiordifrutta Rigoni al Ribes Nero ed ho coperto con altro impasto, riempiendo i pirottini fino e 3/4.

Infornare per 15 minuti a 160 gradi, facendo la prova stecchino prima di sfornare.

cupcakes banana-ribes (5)

Bhe, mio nipote treenne ha apprezzato! 😀

ilariainterplanetaria

Mini occhi di bue

24 febbraio 2014

Per addolcire la realtà…

occhi di bue (81)

Ricetta pasta frolla per canestrelli:
Ultimamente sto sperimentando un po’ di ricette di canestrelli e questa è ottima, anche per fare gli occhi di bue.

330 g farina
200 g burro
100 g zucchero
2 tuorli
scorza di limone
aroma naturale di vaniglia

occhi di bue (31)

Impastare velocemente, senza scaldare troppo l’impasto, il burro con lo zucchero, aggiungere tuorli, farina e aromi. Impastare fino ad otterenere un impasto sodo e lasciare riposare in frigo per qualche ora.
Stendere la pasta dello spessore di un centimentro per fare i canestrelli o di mezzo centimento (al massimo) per fare gli occhi di bue.
Per fare gli occhi di bue ritagliare tutti i biscotti di forma uguale, io ho usato lo stesso stampo del canestrelli, metà dei biscotti ottenuti dovranno essere poi bucati al centro.
Mentre aspettate di infornare potete lasciare i biscotti in frigo, terranno meglio la forma in cottura.
Infornare a 180 gradi e controllare che non scuriscano troppo, una decina di minuti, ma teneteli sotto controllo.
Spolverare appena usciti dal forno con zucchero a velo.

occhi di bue (41)

Una volta freddi distribuire un cucchiaino di Fiordifrutta all’ albicocca Rigoni Di Asiago al centro di ogni biscotto senza buco e coprire poi con quello bucato.
Spolverare ancora con zucchero a velo.

NB: se volete qualcosa di ancora più goloso farcite con Nocciolata Rigoni di Asiago.


Link utili:

  1. Approfondimenti sulla pasta frolla…
  2. Come stendere la pasta frolla di spessore uniforme

ilariainterplanetaria

Whoopies

15 ottobre 2013

Whoopies (5)

È da due mesi che non scrivo più, diciamo che tra ferie, un po’ di stanchezza e varie vicissitudini non ho più avuto modo di avvicinarmi al pc…e neanche tanto al forno!

Ma oggi scade il termine per il contest di Rigoni di Asiago e voglio partecipare.
Ho deciso di prendere due piccioni con una fava, provo i whoopies e partecipo al contest!
Sono simpatici, sembrano dei piccoli hamburger!

rda

Ingredienti per i dischi:
250 g farina
80 g cacao amaro
8 g bustina lievito per dolci
180 g burro
150 g zucchero
1 uovo
60 g latte
60 g panna fresca ed 1 cucchiaio di succo di limone
o 60 g latticello
vaniglia
pizzico di sale
(ricetta di http://ricette.giallozafferano.it/Whoopie.html)

Per la crema:
150 g panna montata
mezzo barattolo di Nocciolata Rigoni di Asiago

Whoopies (6)

-Preparare il latticello (in mancanza dell’originale) mescolando la panna col limone,
-Montare burro e zucchero
-Aggiungere l’uovo, il sale, il latticello, la vaniglia.
-A parte setacciare farina cacao e lievito ed aggiungere delicatamente il mix all’impasto alternando con il latte.
-L’impasto deve rimanere sodo, metterlo in un sacca da pasticcere e disporre semisfere di circa 4cm ben distanziate sulla carta da forno.
-Cuocere 180° per circa 13-14 minuti.

La crema di farcitura l’ho preparata semplicemente montando la panna e mescolandola, senza smontarla, con Nocciolata Rigoni di Asiago.
Con la sacca si dispone la crema su un dischetto e si chiude con un altro.

Enjoy!

Whoopies (3)

ilariainterplanetaria

Cheese cake

10 agosto 2013

cheesecake (1)

Una cheese cake al forno, lo so che con questo caldo non ci penserete neanche a farla, ma una volta pronta e mangiata fresca è una goduria.
In realtà volevo consumare del mascarpone che avevo in frigo, prima delle vacanze, allora ho cercato una ricetta che includesse mascarpone in una cheesecake da forno.
Ho trovato questa ricetta e l’ho un po’ personalizata in base agli ingredienti che avevo in frigo, improvvisare mi piace molto!

cheesecake (3)

Io ho usato 250 gr di biscotti petit sbriciolati (io li ho messi in un sacchetto per surgelati e li ho schiacciati col mattarello) mescolati bene con 125 grammi di burro morbidissimo per la base, che ho premuto bene dentro uno stampo a cerchio apribile rivestito di carta da forno da 23 cm.
Ho lasciato in frigo mentre preparavo la crema.
Per la crema ho montato 750 grammi di mascarpone con un panetto da 80 gr di formaggio spalmabile e un mezzo barattolo circa di yogurt bianco (ricetta svuotafrigo 😀 ).
A parte ho montato due uova con 100 gr di zucchero.
Ho incorporato i due composti fino ad ottenere una crema omogenea e soffice, l’ho versata sulla base ed ho infornato a 180 gradi per 35 minuti. Cresce un po’, poi si abbassa.

cheesecake (4)

Dopo aver fatto raffreddare la torta ed averla tolta dalla teglia, ho scaldato a bagnomaria mezzo barattolo di Nocciolata Rigoni di Asiago e una volta ben fluida l’ho usata per ricoprire bene la cheesecake.
Potete ricoprre anche con della marmellata se preferite.

Da servire fresca!

Buone vacanze!

ilariainterplanetaria

Scatola Con Scarpa e Cassaforte con Banconote

27 giugno 2013

Torta Scarpa

Per due gemelli che hanno compiuto diciotto anni, ho preparato due torte, uguali nel gusto e nella forma base, ma diverse nella decorazione.

Una è una cassaforte con tante belle banconote, ma solo da mangiare e non da spendere! 😀

Torta cassaforte

Sono stampe alimentari su pasta di zucchero, esistono infatti stampanti che stampano su speciali fogli di pasta di zucchero in formato A4, ho trovato una drogheria qua a Genova che lo fa sul momento ad un prezzo valido. Molto utile in certi casi!

Torta cassaforte

L’altra è una scatola per scarpe con una decolté da donna rossa.
La scarpa è fatta interamente in pasta di zucchero, per farla ho cercato qualche ‘cartamodello’ online, ma ho trovato solo quelli per scarpe aperte davanti e/o dietro, alla fine ho fatto un mix per ottenere questo risultato, ovviamente non ho disegnato il cartamodello finale perché era molto tardi ed ero un po’ bollita, ma vi allego qui in fondo i vari template da cui ho attinto e che ho reperito online googlando, qui, qui e qui.

Torta Scarpa

Siccome la scarpa pesava un pochino ho messo dei supporti dentro la torta per sorreggerla ed evitare che sprofondasse dentro la torta.
La difficoltà principale è far asciugare bene la suola in forma ed adattarla al tacco, anch’esso deve asciugare bene e io ho lasciato dentro uno stecco di legno per rinforzarla. Per fare in modo che la pasta asciugasse meglio e più velocemente ho aggiunto CMC.

Torta Scarpa

CMC è un addensante sintetico che può essere aggiunto in piccole quantità alla pasta di zucchero per renderla più resistente e per fare in modo che la pasta asciughi meglio, esiste anche un’addensante naturale che è la gomma adragante, usando questa la pasta deve un po’ riposare prima di poter essere usata, il CMC è edibile, non tossico il suo nome è acronimo di CARBOXY-METHYL-CELLULOSE – sulle confezioni, specie se comprate all’estero trovate anche l’indicazione ‘tylo powder’. Una punta di cucchiaino mescolata con poca acqua forma dopo qualche ora una gelatina che può essere usata come colla edibile.

Torta Scarpa

Dentro mi avevano chiesto una simil-sacher, quindi ho fatto una sponge al cacao (sostituendo alla sponge normale 10 gr di farina con altrettanti di cacao amaro per ogni uovo), ho farcito con 3 strati di marmellata biologica di albicocche Rigoni di Asiago… (non l’avevo ancora assaggiata, davvero davvero buonissima, ve la consiglio, ho fatto fatica a non finirla subito tutta a cucchiaiate! )
Copertura con ganache al cioccolato fondente e poi pasta di zucchero.

rigoniAlbicoccaGanache

Per dare la forma rettangolare ho cotto uno stato unico nella teglia grande del forno e poi ho diviso in 4 rettangoli uguali da sovrapporre, lungo il bordo di ogni strato con la sac a poche ho fatto un cordolo di ganache, sia per contenere la marmellata, sia per far aderire in maniera salda gli strati, ho fatto la foto ma è buia e sfuocata, l’ho fatta col cellulare di sera, un disastro! Non so neanche ritoccare le foto! 😛

ilariainterplanetaria

ALLEGATI TEMPLATE SCARPE:

scarpa1 scarpa7 scarp2a

Torta per Battesimo

17 giugno 2013

torta battesimo gluten free

Questa è la torta per il Battesimo di Emanuele, il figlio di miei cari amici.
Per loro ho preparto questa torta senza glutine e dei bocconcini ciocco-pera anch’essi senza glutine.

La torta era pan di spagna al cacao (senza glutine, quindi ho usato amido di mais e cacao amaro al posto della farina), io nel pan di spagna uso 5 g di cacao per ogni uovo e tolgo il corrispondete peso dalla farina (amido in questo caso)

torta battesimo gluten free

Doppia farcitura alla crema al latte e al cioccolato (crema al latte + ganache al cioccolato fondente)
Bagna a base di latte e zucchero.
Coperta con ganache e poi con pasta di zucchero (quando faccio preparazioni senza glutine uso Renshaw).

Decoro con scarpine (qui il cartamodello), ciuccio e bavaglino.

Torta battesimo (7)

Il disegno ricamato del bavaglino l’ho fatto utilizzando il Tricot Decor della Silikomart.
Ho appoggiato la pasta di zucchero sul tappetino e ho passato una volta il mattarello, cercando di premere in maniera omogenea.
È un utilizzo non convenzionale del Tricot Decor, ma ho ottenuto un bel risultato! 🙂

Torta battesimo (12)

La scritta l’ho fatta con un apposito set di letterine.
Sul bordo della torta poi ho dato l’effetto trapuntato ripassato con la rotellina per dare effetto cucitura.

Poi sempre pensando a qualcosa di gluten-free ho fatto una tenerina con farina di mandorle in sostituzione della farina normale (potremmo dire che diventa una caprese) e con i coppapasta tondi Silikomart ho ricavato dei piccoli tondi di torta e li ho disposti nei pirottini.

Bocconcini ciocco pera gluten free (5)

Su ogni tondino di torta ho messo un mezzo cucchiaino di confettura alle Pere, novità Rigoni di Asiago davvero buona, con grandi pezzettoni di pera!
Ancora sopra ho swirlato (si dirà swirlare? :-D) con ganache al cioccolato fondente.

Bocconcini ciocco pera Gluten free (2)

Vi ricordo che (+o-) tutte le ricette che uso le trovate nella Pagina della ricette! 😀

ilariainterplanetaria

Canestrelli al Miele di Melo

10 giugno 2013

Canestrelli

I canestrelli sono biscotti tipici della Liguria, e anche del Piemonte.
Il canestrello per me è un biscotto di frolla friabile a forma di fiorellino col buco al centro e coperto con zucchero a velo.

Mi sono sempre piaciuti.
Antefatto:
poco tempo fa quando ho assaggiato quelli fatti da una mia amica mi son permessa di chiederle la ricetta.

Stavo pensando ad una ricetta per il contest di Rigoni Di Asiago: Ricette regionali reinterpretate coi prodotti Rigoni.

canestrelli

Ho pensato subito alla Sacripantina, che volevo già fare da un po’ di tempo e che al suo interno ha un canestrello che aiuta anche a fornire la forma di cupola.
Allora son partita proprio dai canestrelli, personalizzando la ricetta con il Mielbio al MELO, perchè avevo letto che il miele sostituito allo zucchero rende la frolla più morbida.
Poi mentre la pasta frolla riposava in frigo ho deciso che i canestrelli sarebbero già andati bene come ricetta per il contest, perché diciamolo…la sacripantina…non mi piace 😀


Allora ecco la ricetta per una ventina circa di canestrelli da circa 6 cm di diametro e di spessore 1.5 cm
250 gr farina 00
200 gr burro
1 tuorlo
60 gr zucchero a velo
30 gr miele di MELO
zucchero a velo da spolverare sopra ai biscotti.

canestrelli miele melo (3)

Io questa volta ho impastato nella planetaria, prima burro e zucchero, poi ho aggiunto il tuorlo e poi la farina. Alla fine ho terminato impastando a mano. Ho fasciato tutto nella pellicola e lasciato riposare qualche ora in frigo.
Per stendere la pasta in uno spessore uniforme ho usato il manico di due cucchiai di legno come guida per il mattarello.
Non avendo il taglia biscotti specifico per canestrelli ho usato uno stampo a fiore e poi ho cercato un qualcosa nei cassetti della cucina per fare il buco al centro, che infatti non è venuto perfetto.
(ma ora dico io, possibile che io non abbia un cutter da canestrelli?)

canestrelli miele melo (4)

Prima di infornare per circa 20 minuti a 180 gradi ho lasciato riposare la teglia, con i biscotti su carta da forno, in frigo.
Devo dire la verità, mi si sono leggermente deformati, devo probabilmente tarare la temperatura del mio forno.
Appena sfornati li ho spolverati con zucchero a velo e li ho lasciati raffreddare.

Canestrelli

Non immaginate il profumo di mele che emanavano questi biscotti, davvero incredibile!
Li rifarò!

Sulla pasta frolla ho già scritto un po’ di post e vi linko di nuovo le info interessanti che meritano di essere lette, leggi QUI.

ilariainterplanetaria

Torta a forma di Uno

3 giugno 2013

torta uno

Torta a forma di uno, per un primo compleanno, ovviamente 😀

Partiamo dall’interno:
pan di spagna, bagnato con sciroppo di frutta, farcito due volte con marmellata biologica Rigoni di Asiago alle fragole e fragoline, crema al latte e frutta sciroppata, coperto con ganache al cioccolato bianco e pasta di zucchero.

torta uno

Il difficile di questa torta è stato ottimizzarne la produzione, utilizzando le teglie in mio possesso e creando meno scarti possibile.

Dopo giorni e giorni di calcoli geometrici, sono giunta a questa conclusione: teglia quadrata da cui ricavo un 1 abbastanza armonico nella forma e nella dimensione delle varie parti, con pochissimo scarto.

Per l’esterno direi che mi sono ampiamente ispirata a questa torta.

torta uno

ilariainterplanetaria

Cupcakes… salati!

5 marzo 2013

La collaborazione con Rigoni di Asiago continua, quest’anno è dedicato alla linea di miele biologico.
Mi sono arrivati tantissimi Mielbio di Rigoni di Asiago

MIELbio (6)

Ho deciso di provarne subito uno con una ricetta salata, perchè a me abbinare il dolce ed il salato piace molto, era da un po’ che volevo fare dei cupcake e ne ho quindi approfittato!

cupcakes salati

Sono andata alla ricerca di una ricetta ed ho trovato questa: giaincucina.it.

L’ho leggermente modificata togliendo il prosciutto e la provola.

Con le dosi descritte mi sono usciti 9 cupcakes che poi ho decorato con una crema al parmigiano ed una crema al tonno.

cupcakes salati

La crema al parmigiano l’ho fatta con una ricottina e del parmigiano grattuggiato QB, nel mixer ho tritato fino ad ottenere una crema. Sono andata ad occhio per ottenere una consistenza che stesse ferma una volta disposta sul cupcake, dipende molto dalla ricotta utilizzata.

cupcakes salati (5)

La crema al tonno l’ho fatta semplicemente con una ricottina ed una scatoletta di tonno sott’olio. Sempre tritando col mixer fino ad ottenere una crema, siccome mi veniva troppo morbida ho aggiunto del pan grattato.

64549_479004328814934_1180535862_n

Ho usato tonno Nostromo che sta facendo una simpatica striscia umoristica: La sai l’ultima sul mare.

Gli amici di facebook, ispirati dall’ironia dei due tonni, potranno inviare le proprie barzellette direttamente alla pagina Facebook sulla quale verranno pubblicate le migliori.

cupcakes salati

Ho decorato con la sac a poche ed un beccuccio a stella (non troppo piccola, mi raccomando, perchè le creme possono contenere pezzi più grossi che ve la tapperebbero) i miei cupcakes.
Se vi fate i conetti di carta da forno per disporre le creme usateli subito, io ho tergiversato e l’umidità delle creme mi ha fatto rompere la carta, oppure usate la sac a poche di tessuto o le più pratiche usa e getta.

cupcakes salati (6)

Come ciligina sulla torta su quelli al parmigiano ho voluto provare il Miele al Timo, che è adatto proprio all’accostamento coi formaggi! Buonissimo!

cupcakes salati

Vi consiglio vivamente anche io, come l’autrice della ricetta, di non mettere però il pirottino di carta perchè non si staccherà facilmente dal vostro cupcake!

Sono ottimi anche riscaldati !!!

cupcakes salati (27)

Nota sul lievito per torte salate: è identico al lievito per dolci, come ingredienti. Talvolta quello per dolci è vanigliato e quindi non si accorda al gusto delle ricette salate, ma se il vostro lievito di fiducia non è vanigliato potete usare tranquillamente quello!

ilariainterplanetaria


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: